mercoledì 14 ottobre 2009

L'ECO DEL GUSTO SUL QUOTIDIANO "LA SICILIA"

Pubblicato da L' Eco del gusto a 14:12
Salve a tutti i lettori abituali (e non) de "L'eco del gusto Blog".
Con questo intervento pubblico un articolo apparso sul quotidiano "La Sicilia"(pag. 43 rubrica "Giorno&Notte"-Siracusa) di giorno 11 Ottobre e scritto dalla giornalista Veronica Tomassini.

" Il suo è un libro che matura un’idea ambiziosa. Lo afferma lo stesso autore, Emanuele Lombardo: «Mi piacerebbe contribuisse all’economia rurale della Sicilia», alla sua storia, persino dentro un percorso turistico - gastronomico. Stiamo parlando del romanzo L’eco del gusto» che Lombardo ha pubblicato per l’editrice avolese Urso (Libreria Editrice Urso).
La trama si snoda negli anni del secondo conflitto, il protagonista è un giovane belga, Jean, che riuscirà a sopravvivere agli orrori della guerra grazie ad un amore impossibile e ad un altro più reale, quello per il cibo. Un viaggio speciale quello affrontato dallo scrittore siracusano.
«Un formaggio - osserva senza provocazione, ma con un’intuizione letteraria assolutamente originale - è autobiografico, può diventare un vero e proprio testo. Un formaggio è autobiografico perché non solo racconta l’abilità di un artigiano, di quell’artigiano che lo ha plasmato, ma descrive insieme sapori e profumi del territorio da cui proviene».
E poi aggiunge: «Jean è un artista, però non dipinge né scrive poesie. La sua arte nasce da un dono bizzarro della natura, nella sua mente le percezioni dei cinque sensi s’incrociano e si mescolano, sicché un odore può fargli sentire un suono, mentre un sapore può far sì che egli veda un colore. Il tutto, nel suo animo creativo, si organizza a formare un quadro, un racconto, così mangiare assieme a lui diventa una vera poesia. La parte innovativa di quest’idea è che il romanzo non è fine a se stesso, ma nasce con lo scopo di accompagnare il lettore nella degustazione dei prodotti della cucina rurale. Il risultato
inatteso è che, tornando in contatto con i prodotti della terra e dedicando loro la necessaria attenzione, il lettore riscopre se stesso; quale essere umano egli è parte integrante della natura, che sta esplorando attraverso il gusto».
La conferma ad un tale corollario è la sinestesia del protagonista, Jean. Tutto questo è piaciuto molto all’editore e ad una serie di realtà che nel romanzo hanno intercettato lo strumento giusto per una promozione nuova dei nostri luoghi.
Parliamo di realtà come lo
Slow Food, ad esempio. E tuttavia il romanzo di Lombardo ha guadagnato l’interesse di associazioni di grande utilità sociale, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), l’Unione Italiana Ciechi (UIC); associazioni culturali come la Dante Alighieri; i comuni di Polizzi Generosa (Palermo),Palazzolo Acreide (Siracusa) e Ragusa. Un buon risultato, ci par di capire e una sensazione. E cioè che Lombardo potrà ancora far parlare di sè in futuro visto che le qualità non gli mancano di certo."

Noi dello staff rivolgiamo i nostri complimenti ad Emanuele e speriamo che questo sia il primo di una lunga serie di articoli...

0 commenti on "L'ECO DEL GUSTO SUL QUOTIDIANO "LA SICILIA""


Powered by Blogger