martedì 25 maggio 2010

Pensieri da L'eco del gusto...

Pubblicato da L' Eco del gusto a 20:19

"...Jean si abituò a concentrarsi nel'ascolto delle note sussurrate da tutti i cibi che assaggiava. Quando mangiava, prima la sua mente godeva dei colori e dei suoni generati in lui dalla sinestesia e poi li montava assieme a formare un quadro, un racconto [...]

[...] Egli era un artista della gastronomia, che pennellava con i suoni e con il gusto dei cibi. E poiché nessun artista può rinunciare ad esprimersi, ma la sua arte era invisibile, chiusa all'interno della sua mente, Jean imparò a narrarla: mangiare assieme a lui diventò una vera poesia..."

Tratto da "L'eco del gusto" il bel romanzo di Emanuele Lombardo

È questo lo spirito che accompagna ogni evento "Teatro in tavola della gastronomia siciliana" di cui "L'eco del gusto", insieme ai cibi preparati e degustati, è protagonista.
Di seguito una rassegna di foto che riassumono tutti gli eventi "Teatro in tavola della gastronomia siciliana" svolti in questo primo anno de "L'eco del gusto"


0 commenti on "Pensieri da L'eco del gusto..."


Powered by Blogger